Il Corso di Dottorato internazionale in “Forme dello scambio culturale” si propone come obiettivo specifico la formazione di figure dotate di alta professionalità e autonomia nel campo degli studi sulle dinamiche degli scambi, dei conflitti e delle interazioni fra culture. Il Dottorato afferisce principalmente all’Area disciplinare 10 – Scienze dell’antichità, filologico-letterarie e storico-artistiche.

Il Corso di Dottorato offre annualmente una serie di attività formative presentate all’inizio di ciascun anno accademico nel Manifesto degli Studi. Sono organizzati, congiuntamente con il Dipartimento, il CeASUm attraverso i propri Laboratori, e le altre strutture didattiche e di ricerca delle Parti, seminari, incontri e altri eventi formativi ai i dottorandi sono tenuti a partecipare secondo le modalità indicate nel Manifesto degli Studi. I seminari saranno tenuti in italiano, in tedesco, in inglese o in altra lingua congrua con l’argomento delle discipline oggetto dei seminari stessi. La proposta didattica si articola secondo le seguenti tipologie:

  1. corsi di metodologia della ricerca negli ambiti specifici previsti dal Dottorato;
  2. corsi trasversali alle diverse discipline per la formazione alla ricerca e la comunicazione della ricerca;
  3. seminari tematici e disciplinari;
  4. seminari di presentazione e discussione dei progetti di ricerca nella loro progressione;
  5. corsi e seminari presso altre Istituzioni in Italia o all’estero;
  6. partecipazione a convegni, seminari, workshop sia in sede che presso altri enti.

Nel corso del triennio verranno organizzati convegni scientifici utili alla preparazione di seminari dottorali; sono inoltre previste attività di formazione in ambito linguistico, informatico, di gestione della ricerca, della conoscenza dei sistemi di ricerca e dei sistemi di finanziamento, di valorizzazione dei risultati della ricerca e della proprietà intellettuale.

Il Corso prevede lo svolgimento di attività didattiche e di ricerca che saranno svolte anche presso l’Università di Augsburg. Le attività didattiche sono organizzate in forma seminariale come segue:

  • I anno: frequenza di seminari specifici in sede e attività promosse dal CeASUm minimo 48 ore complessive;
  • II anno: frequenza di seminari per minimo 12 ore complessive;
  • III anno: frequenza di seminari per minimo 12 ore complessive.

Ciascun/a dottorando/a deve segnare le attività didattiche frequentate nel registro personale che si trova nell'area Download.