Con l'emanazione della Legge n. 17 del 28 gennaio 1999 (di integrazione e modifica della Legge-quadro n. 104 del 5 febbraio 1992) l'impegno nei confronti degli studenti disabili si è fatto più intenso e sistematico, affinché possano essere integrati a pieno titolo nella vita universitaria e fruiscano di pari opportunità, con un effettivo esercizio del diritto allo studio.
Sono previste facilitazioni tecniche anche per i soggetti con difficoltà specifiche di apprendimento (DSA), come la dislessia, sia nei test di ammissione sia nel percorso di studio.
Il Dipartimento di Lettere e Filosofia ha un incaricato per i soggetti in situazione di handicap che coadiuva l’azione svolta dall’Opera Universitaria ed è a disposizione degli interessati  per agevolare il diritto allo studio e rendere loro più agevole la vita all’Università.

La prof.ssa Carla Gubert è la delegata di Dipartimento per lo svolgimento di tale funzione.