Download 
application/vnd.openxmlformats-officedocument.wordprocessingml.documentModello frontespizio tesi dottorato CdEU 34.docx(DOCX | 105 KB)
application/vnd.openxmlformats-officedocument.wordprocessingml.documentModello frontespizio tesi dottorato 33°(DOCX | 55 KB)

Ammissione all’esame finale

Ogni dottorando dovrà svolgere, nel corso del terzo anno, almeno 20 ore di attività di supporto alla ricerca (convegni, congressi, seminari metodologici di supporto all’elaborazione della tesi attivati dal Dipartimento o da altre istituzioni), mentre i restanti 50 CFU del terzo anno saranno riconosciuti con l’approvazione della tesi e della relativa discussione.

Tutti i dottorandi iscritti all’ultimo anno di corso devono presentare la domanda di ammissione all’esame finale (per modulo e procedura si veda l'approfondimento "Conseguimento titolo"). Entro la fine del mese di ottobre dell’ultimo anno di corso, il Collegio approva la richiesta di ammissione all’esame finale, una volta acquisito il giudizio positivo del Relatore di tesi, e individua due o più valutatori (di seguito denominati anche “referees”) scegliendoli tra docenti e tra ricercatori di enti italiani o stranieri di elevata qualificazione, esterni all’Università e agli altri eventuali soggetti che concorrono al Dottorato.

I candidati, non appena abbiano comunicazione dei valutatori indicati dal Collegio, provvedono ad inviare a ciascuno di essi:

  • una copia della propria tesi (in formato cartaceo o digitale);
  • una relazione sulle attività svolte nel corso del dottorato e sulle eventuali pubblicazioni.

Ai referees spetta il compito, entro due mesi dal ricevimento del materiale, di esprimere un giudizio analitico scritto sulla tesi e di proporne l'ammissione alla discussione pubblica o il rinvio per un periodo non superiore a sei mesi qualora siano necessarie significative integrazioni o correzioni. 

Per quanto riguarda gli adempimenti dei dottorandi ammessi all’esame finale si veda l'approfondimento "Conseguimento titolo".

Esame finale

L’esame finale si svolge al cospetto di una Commissione giudicatrice nominata dal Rettore, su designazione del Collegio dei Docenti in conformità al Regolamento di Ateneo in materia di Dottorato di Ricerca e consiste nella pubblica discussione della tesi finale, la quale in casi particolari, può avvenire in videoconferenza Il dottorando discute la tesi nella lingua concordata con il Coordinatore e il suo Relatore di tesi

La tesi può essere approvata o respinta. Nel caso sia respinta lo studente decade dal Corso di Dottorato; in caso di approvazione, la Commissione con voto unanime, ha facoltà di attribuire la lode in presenza di risultati di particolare rilievo scientifico.

Il dottorando, che abbia sostenuto l’esame finale con esito positivo, consegue il titolo di Dottore di Ricerca (“Dott.Ric.”), ovvero Ph.D. in “Culture d’Europa. Ambiente, spazi, storie, arti, idee”, accompagnato dall’indicazione del curriculum cui il dottorando ha fatto afferenza.

Per le modalità di rilascio del diploma si veda l'approfondimento "Conseguimento titolo".